Economic news

23/06/2021 - StarNews – Usa, a giugno stima flash del Pmi composito al massimo della serie, a 63,9 punti da 68,7 di maggio

Negli Usa, il Pmi composito di giugno, nella stima flash, sale a 63,9 punti da 68,7 di maggio, massimo della serie.

Il dato, pubblicato da Markit, resta peraltro ampiamente oltre la soglia dei 50 punti, oltre la quale l’indice segnala un’espansione dell’attività.

La voce della produzione decelera a 59,2 da 59,6 di maggio. L’indice del manifatturiero sale a 62,6 punti da 62,1 del mese precedente (nuovo record per la serie), mentre quello dei servizi si indebolisce a 64,8 punti da 70,4 di maggio (dato più debole da due mesi).

“I primi indicatori Pmi di giugno indicano ulteriori risultati impressionanti di crescita per l'economia statunitense – ha commentato Chris Williamson, capo economista di Ihs Markit – e arrotondano un aumento senza precedenti nel secondo trimestre".

“Sia la crescita della produzione che dei nuovi ordini sono usciti dai loro picchi sia nella produzione che nei servizi – precisa Williamson – a causa dei limiti della capacità delle imprese di far fronte alla domanda di qualsiasi raffreddamento dell'economia. Anche se gli indicatori dei prezzi sono scivolati dai massimi storicidi maggio, è chiaro che l'economia continua a funzionare a pieno regime. Prezzi praticati per merci e servizi stanno ancora aumentando molto rapidamente, le carenze record nei rifornimenti stanno peggiorando anziché migliorare, le imprese stanno lottando per reperire nuovi addetti e fornitori, le scorte di magazzino si stanno esaurendo in modo preoccupante mentre le imprese faticano a soddisfare la domanda".

“Il secondo trimestre – conclude l’economista –  rappresenterà probabilmente un picco nel ritmo di crescita economica, mentre un concomitante picco di inflazione è molto meno probabile".


Invia per E-mail stampa facebook Più Share on Google+ Share on LinkedIn